Risonanza Magnetica Aperta

La risonanza magnetica è una metodica di Diagnostica per Immagini che non utilizza radiazioni ionizzanti (dannose per l’essere umano) ma campi elettromagnetici abbinati ad impulsi a radiofrequenza. A seconda del distretto corporeo oggetto dell’indagine RM, i diversi atomi che compongo i tessuti umani vengono stimolati ed emettono un segnale che, captato e rielaborato da un computer di ultima generazione, permette la formazione delle immagini sui tre diversi piani dello spazio (assiale, coronale e sagittale) consentendo al Medico Radiologo di poter fare una diagnosi precisa ed accurata.

Diagnostica Massa si è dotata di una Risonanza Magnetica all’avanguardia, che combina l’elevata qualità delle immagini che si ottengono ad una configurazione aperta che permette di poter eseguire l’indagine RM anche a tutti coloro che soffrono gli spazi chiusi e di crisi di panico. La scelta di Diagnostica Massa è stata dunque l’RM “AIRIS VENTO LT”: innovazione tecnologica che consente di acquisire immagini in tempi ridotti rispetto al passato ed allo stesso tempo con elevata qualità diagnostica. Da non dimenticare inoltre il ridotto livello di rumore acustico che perfeziona significativamente le prestazioni di questa incredibile RM, consentendo al paziente di sentire costantemente le istruzioni del Tecnico di Radiologia durante lo svolgimento dell’esame.

Presso Diagnostica Massa è possibile eseguire:

  • Risonanza Magnetica colonna cervicale
  • Risonanza Magnetica colonna dorsale
  • Risonanza Magnetica colonna lombosacrale
  • Risonanza Magnetica bacino e articolazione coxofemorale
  • Risonanza Magnetica spalla
  • Risonanza Magnetica gomito
  • Risonanza Magnetica mano
  • Risonanza Magnetica ginocchio
  • Risonanza Magnetica caviglia
  • Risonanza Magnetica piede
  • Risonanza Magnetica seni paranasali

Informazioni utili prima dell’esame

Prima dell’esame occorre togliere eventuali:

  • Lenti a contatto
  • Apparecchi per udito
  • Protesi dentarie mobili
  • Cinti sanitari
  • Busti
  • Parrucche
  • Fermagli per capelli
  • Gioielli, orologi e piercing
  • Carte di credito, ogni tipo di scheda magnetica
  • Ogni oggetto metallico o indumento contenente parti metalliche
  • Ogni cosmetico dal volto

Eventuali Controindicazioni

Nonostante le conoscenze attuali dimostrino la non dannosità dell’esame di risonanza magnetica, esistono comunque alcune controindicazioni assolute delle quali è necessario accertarsi.

Prima di essere condotti nella sala di risonanza magnetica aperta è necessario  dunque compilare un questionario con lo scopo di escludere le controindicazioni sotto citate che impediscono l’esecuzione dell’esame stesso:

  • i portatori di peacemaker cardiaco;
  • i portatori di neuro stimolatori;
  • i portatori di protesi con circuiti elettrici;
  • pompe per infusione di farmaci non rimovibili;
  • portatori di schegge o frammenti metallici che possono spostarsi a causa del campo magnetico;
  • donne in stato di gravidanza nei primi tre mesi;
  • persone affette da claustrofobia o epilessia.

DESCRIZIONE DELL’ESAME

L’apparecchiatura di Risonanza Magnetica in dotazione presso il Centro (“Airis vento LT”) è completamente APERTA e consente di eseguire esami di risonanza anche in pazienti claustrofobici.

Questo modello di Risonanza Magnetica  fornisce un’ottimale visualizzazione delle strutture muscolari, tendinee, legamentose, cartilaginee e del midollo osseo consentendo di diagnosticare le patologie in una fase precoce e tali da offrire agli specialisti informazioni diagnostico di elevato potere prognostico.

MODALITÀ DI ESECUZIONE

Dopo aver compilato il questionario il paziente verrà condotto nella sala di risonanza dove lo staff radiologico (TSRM e MEDICO RADIOLOGO) farà una piccola anamnesi e si accerterà che il paziente abbia compilato correttamente il suddetto questionario escludendo le controindicazioni principali.

Successivamente il paziente si spoglierà nello spogliatoio e sarà posizionato sul lettino della risonanza dal TSRM a seconda del distretto anantomico oggetto dell’Indagine: in relazione a ciò una bobina dedicata verrà applicata sul corpo del paziente senza causare alcun fastidio.

L’apparecchiatura completamente aperta è infatti confortevole e assolutamente ben tollerata ed evita problemi di claustrofobia grazie anche al fatto che la testa del paziente resta per tutta la durata dell’esame al di fuori del magnete ed il personale radiologico, tecnico e medico, è sempre presente e pronto ad assistere il paziente in ogni momento dell’esame.

Il paziente deve mantenere  l’assoluta immobilità sul lettino per tutta la durata dell’esame (dai 25 ai 35 minuti) aiutato dall’utilizzo di cuffie anti-rumore che lo aiutano a tranquillizzarsi.

 DOPO L’ESAME

Non è necessaria alcuna precauzione e il paziente può riprendere le normali attività quotidiane.

Il medico radiologo, dopo aver visualizzato attentamente le immagini acquisite, elaborerà il referto  che verrà consegnato al paziente sia in copia cartacea che digitale entro un massimo di tre giorni dalla data di esecuzione dell’indagine. La documentazione iconografica (le immagini) saranno archiviate nell’archivio digitale del Centro e consegnate al paziente in forma digitale su supporto CD-ROM.